I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Piemonte Prodotti

Nocciola del Piemonte

Ortofrutticoli e cereali, Ortofrutticoli e cereali

IGP

Descrizione

Carta d’Identità
La Nocciola del Piemonte IGP è particolarmente apprezzata dall'industria dolciaria per i suoi parametri qualitativi: la sferoidale del seme, il gusto e l’aroma eccellenti dopo tostatura, l’elevata pelabilità e la buona conservabilità. Per questi motivi la Nocciola Piemonte è universalmente conosciuta come la migliore al mondo.

La Storia
Il merito di introdurre e di diffondere la coltura dei noccioli nella zona dell’Alta Langa va al prof. Emanuele Férraris, il quale dimostrò come l’albero del nocciolo fosse molto più resistente e duraturo della vite. La storia della coltivazione del nocciolo nell’area di produzione della Nocciola del Piemonte IGP va di pari passo con l’evoluzione dell’industria dolciaria e con la scoperta del gianduia, miscela tra cacao e nocciole. Tutto iniziò con il blocco economico ordinato da Napoleone per i prodotti dell’industria britannica e delle sue colonie, quando un gruppo di pasticceri torinesi iniziò a miscelare il cacao con la più economica Nocciola Tonda Gentile Trilobata. Successivamente nel 1852 il chocolatier Michele Prochet, in società con Caffarel, perfezionò l’impasto tostando le nocciole e macinandole finemente.

L’Area
La provincia di Cuneo detiene il primato in Piemonte della superficie coltivata a nocciolo in coltura principale: con i suoi circa 7.000 ettari copre quasi l'89,5 % della superficie regionale destinata alla corilicotura e fornisce quasi l'85% della produzione piemontese. La Nocciola Piemonte IGP può essere coltivata anche nelle province della regione e precisamente la Provincia di Cuneo, Provincia di Alessandria, la provincia di Asti e la Provincia di Torino per gran parte del loro territorio e in alcuni comuni delle province di Biella, Novara e Vercelli.

La Stagionalità
La raccolta delle noci avviene ogni anno tra il mese di Settembre e quello di Novembre. La Nocciola del Piemonte IGP ed i suoi derivati sono disponibili tutto l’anno.

Preparazione e Abbinamenti
La Torta di nocciole era ed è un dolce tipico a base di Nocciole del Piemonte, quello che le nonne preparavano in casa per la gioia dei nipotini. La produzione, poi, è stata fatta propria dai panettieri che, oggi, sono gli artefici di queste torte. La torta di nocciole è un prodotto tipico delle Langhe. Essa presenta una pezzatura di gr 500-700, una forma rotonda, un colore marroncino ed il sapore delle nocciole. È molto apprezzata in generale come ingrediente di qualità per la preparazione di dolci, ma è ottima anche mangiata al naturale.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.