I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Puglia Prodotti

Cece Nero della Murgia Carsica

Ortofrutticoli e cereali, Legumi

Presidio Slow Food

Descrizione

Carta d’Identità
Il Cece nero della Murgia Carsica è uno dei legumi più squisiti e originali che si possano trovare al mondo. Rugoso e dalla dolcezza senza pari è così delizioso da poterlo sfruttare al meglio anche cucinato e condito semplicemente con olio extravergine. Era un prodotto molto utilizzato perché ricco di ferro, proteine e fibre e veniva dato alle donne in cinta per le sue qualità benefiche all’organismo. 17esimo Presidio Slow Food della Puglia, i Ceci neri sono ricchi di vitamine B, C, K e di vitamina E

La Storia
Il consumo del cece nero, da sempre presente nella cultura enogastronomica pugliese, era legato ad un’antica tradizione locale, rimasta in vita fino all’inizio degli anni Sessanta. Alla nascita di ogni bambino era consuetudine avvisare il parroco, portandogli in dono una gallina. Per tirare su la mamma dalle fatiche del parto ed il successivo allattamento, le preparavano il brodo di ceci neri, il liquido di cottura nero come petrolio e di consistenza gelatinosa ma molto nutriente. Col boom economico degli anni Sessanta, l’abbandono delle terre degli agricoltori per le industrie ma soprattutto con la constatazione che fosse più giusto che fosse la puerpera a mangiare la gallina, il cece nero ha rischiato di estinguersi, evento scongiurato da pochi contadini testardi.

L’Area
La Murgia è un altopiano carsico di forma quadrangolare collocato nella Puglia centrale: la parte che si trova in provincia di Bari è definita dalle persone del posto “Murgia carsica” e si colloca a sud est del capoluogo pugliese, in quell’area meridionale delle Murge baresi che comprende i comuni di Acquaviva delle Fonti, Cassano delle Murge e Santeramo in Colle. 

La Stagionalità
Il cece nero si raccoglie ad agosto ed essiccato è reperibile tutto l'anno.

Preparazioni e Abbinamenti
Il Cece nero della Murgia Carsica richiede un tempo di ammollo di 12 ore e una cottura di circa due. Il sapore è buonissimo, vagamente erbaceo: la sua naturale sapidità fa sì che sia possibile consumarlo con un filo di olio extravergine, senza sale. La cucina locale lo propone in zuppa con un soffritto abbondante di cipolle o come primo piatto con tagliolini, pomodoro e un filo d’olio.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.